La salute del WebMaster (parte 2)

4 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
La salute del WebMaster (parte 2)

Avrete sicuramente già letto in modo vorace la prima parte. Ma ora si fà sul "Serio" e dovremmo analizzare una per una le varie problematiche salutistiche che rischiano di minare, digiorno in giorno, di mese in mese, di anno in anno, la salute di chi svolge una attività sedentaria di fronte al computer: e per primo il webmaster.
Parleremo degli occhi, dato che la vista è un organo fondamentale ed è sottoposto a migliaia di stress, dei quali solo una parte è avvertita in fase cosciente dalla ns. razionalità.
Molti sono i detti popolari sugli Occhi, si dice infatti "facci l' occhio", ci vuole occhio, occhio malocchio, occhio non vede cuore non duole, hai visto male / hai preso una Svista, l'occhio è lo specchio della salute, dell'anima, ecc.
Quasi tutti questi detti hanno un grande fondo veritiero : eh. la saggezza popolare.
E' scientificamente provato che il ns. occhio immagazzina e memorizza ad aeternum ongi luce radiante emessa da una fonte luminosa praticamente ad ogni tipo di frequenza luminosa.
Anche se la fonte poi non c'è più : lui ne tiene memoria, come fosse una memoria grafica interna.
Per questi motivi gli schermi dei pc, malgrado oggi non siano quelli di parecchi anni fà, influenzano la ns. vista : per sempre.
Micro-radiazioni invadenti sono sempre pronte a colpire l'occhio attento del Webmaster. Il quale poveretto passa ore ore e ore davanti ai suoi computers.
A questo poi si aggiungono invadenti emanazioni di micropolveri piene di Acari e batteri che giungono in faccia al programmatore dalle ventole interne del Pc.
Ambienti chiusi o climatizzati, anche se ben filtrati a livello qualità dell'aria, aiutano ulteriormente a peggiorare la situazione degli occhi del soggetto.
Una scarsa igiene su tastiere, mancanza di manutenzione con smontaggio e pulitura di fino dentro al pc (per paura di rovinarlo), mancata pulizia del fronte come del retro degli schermi sono inevitabile ulteriore fonte di guai irreparabili per i delicati occhi del Sofwerista.
Spesso non bastano colliri blandi, ne colliri a base antibiotici, e a volte il soggetto ha casi di occhi delicati in famiglia e di conseguenza nel suo DNA.
Che cosa fare per aiutare il programmatore in questi casi (che sono molti più frequenti di quanto pensiate..) ?
Come aiutare l'occhio che non deve sbagliare un punto e virgola o una parentesi dentro a una formuletta Php ... prima che tutto il suo lungo lavoro vada a farsi "friggere" in un istante?

--
Ecco alcune soluzioni che mi ha trasmesso Arturo (webmaster).

ALIMENTAZIONE
A )
Una volta settimana minimo : insalata di carote crude tagliate di fino
in alternativa : carote cotte bollite, poco sale (meglio sale iodato per chi ha problemi di gola e di gozzo .. ) e poco olio (tassativamente extra vergine di oliva.
Non esagerare con lòe porzioni e non bere periodicamente estratti concentrati di carota : a lungo diventano tossici e controproducenti !

B)
Due volte la settimana : come frutta usare MIRTILLO FRESCO ( dai 100 ai 200 gr. minimo ) e mangiarli come normale piatto di frutta.
Non comprare pastigliette e succedanei liofilizzati del mirtillo : solo Mirtillo fresco e controllarne l'origine sulla confezione del supermarket.

Nota Importante : vi ricordo che il mirtillo era usato in guerra per aumentare la vista dei soldati in trincea (e il webmaster .. in fondo .. in fondo un pò lo è anche Lui ).

IMPACCHI
In caso di gonfiore : usare sempre acqua fresca ( ne calda ne esageramente fredda ) e sciacquare abbondantemente a fiotti sull'occhio gonfio.
In casi di gonfiore serale : fare una camomilla e detergere gli occhi con un impacco: attenzione Tiepido e non Bollente !!

ALTRE SOLUZIONI
Pare gli impacchi filtrati di petali rosa e acqua extra-pura siano lenitivi per il globo oculare affaticato da lunghe ore passate al Pc.

fantastico il tuo post! e detto da una ex-infermiera c'è da crederci! :)

Grazie Fabiola : questa notte ti ho sognata.

Lavatrice ad ultrasuoni
Sito http://www.ultrasuoni.net > Client service and contacts: ultrasuoniindustrial@libero.it

Quote:
Grazie Fabiola : questa notte ti ho sognata.

Non voglio sapere altro.